Notizia evento di Certaldo Sito internet economico Frese per legno, utensili per legno
Eventi di Certaldo

“Certaldo,
come voi forse avete potuto udire,
è un castel di Val d’Elsa
posto nel nostro contado,
il quale, quantunque picciol sia,
già di nobil uomini e d’agiati
fu abitato”

Giovanni Boccaccio

➜ ULTIME NOTIZIE     ➜ EVENTI DA NON PERDERE

Palazzo Giannozzi, sua apertura dopo il restauro: Edilizia sociale

➜ Politica e Amministrazione

Pietro Bonci ”Lavori chiusi con 60 giorni di anticipo e con migliorie in corso d’opera”
Francesco Dei ”Mantenere nel Palazzo alloggi ERP necessario per avere finanziamenti”

Le foto scattate prima del restauro, poco più di un anno fa, a confronto con quelle scattate oggi, hanno lasciato a bocca aperta i cittadini che hanno partecipato alla giornata di apertura del Palazzo Giannozzi appena restaurato.

Un restauro che sembrava arduo solo un anno fa e invece i lavori, iniziati il 1 febbraio 2010, e realizzati da Publicasa - affidati con gara di appalto pubblica all’impresa Pomi dalla Pomi Edil Appalti - si sono conclusi ufficialmente il 1 marzo 2011 con 60 giorni di anticipo sul programma.

E nell’importo complessivo di 1,2 milioni di euro, oltre al rifacimento del tetto, la sostituzione di molte travi, l’impiantistica, i pavimenti, le facciate e gli infissi, è stato possibile anche fare molte migliorie: sui materiali utilizzati e sulle cose fatte, come ad esempio la dotazione di un’asciugatrice per ogni appartamento, perché in questo contesto storico urbanistico non si dovranno tendere i panni lavati fuori dalle finestre.

I lavori sono stati appaltati e seguiti da Publicasa, con l’architetto Cosimo Gambuti, che con Massimo Martinelli ed Elisabetta Matteini (tutti di Publicasa) ha progettato e diretto il recupero funzionale e il restauro degli interni, mentre consolidamenti e rifacimenti sono stati seguiti dagli ingegneri Michele Bruno Ficele (autore anche di una pregevole pubblicazione sul restauro, distribuita ioggi ai presenti), Mauro Crocetti e Marcello Pisanu.

”Abbiamo ideato con il Comune questa giornata di visita di Palazzo Giannozzi aperta alla cittadinanza perché il patrimonio degli alloggi ERP è un patrimonio di tutta la collettività spiega il presidente di Publicasa, Pietro Bonci e quindi, anche se gli appartamenti verranno assegnati a singole famiglie finché queste avranno i requisiti di bisogno per accedervi, i proprietari dell’immobile sono e rimangono sempre tutti i cittadini di Certaldo.
Ed è pensando a tutta la collettività che abita gli undici Comuni del Circondario Empolese Valdelsa che Publicasa, una struttura snella formata da poche persone, interviene ogni giorno in sinergia con i Comuni per gestire manutenzioni, restauri e bandi sul patrimonio di 1500 appartamenti di edilizia residenziale pubblica di tutto il Circondario, che ci impegniamo a tutelare e conservare per dare una risposta all’emergenza abitativa di oggi e di domani”.

E in merito al recupero di Palazzo Giannozzi, l’Assessore Francesco Dei interviene per ribadire un punto:

”A chi si chiede come mai Palazzo Giannozzi viene adibito a case popolari, ricordiamo che era così fino ad oggi, e che lo sarà ancora per un semplice fatto: i fondi per il restauro li abbiamo ottenuti proprio grazie ai fondi per l’edilizia popolare.
Ma crediamo che portare in Certaldo Alto nuove famiglie di residenti sia una scelta positiva per la vita del borgo, senza contare che il restauro ha recuperato tutto l’immobile, riqualificando le botteghe artigiane e le attività di interesse turistico che si trovano qui in locali di proprietà pubblica”.

31/3/2011 Comune di Certaldo

Ti piace questo articolo?
Consiglialo su Google, clicca su +1!

Chiavi di lettura: Palazzo Giannozzi (13), Restauro (14), Apertura (2), Edilizia (7), Francesco Dei (20), Certaldo Alto (129), Publicasa (5), Appalto (3), Circondario Empolese Valdelsa (49), Case Popolari (6)