Notizia evento di Certaldo Sito internet economico Frese per legno, utensili per legno
Eventi di Certaldo

“Certaldo,
come voi forse avete potuto udire,
è un castel di Val d’Elsa
posto nel nostro contado,
il quale, quantunque picciol sia,
già di nobil uomini e d’agiati
fu abitato”

Giovanni Boccaccio

➜ ULTIME NOTIZIE     ➜ EVENTI DA NON PERDERE

Le memorie dell’acqua, al via il progetto

Hanno aderito anche le scuole di Certaldo

➜ Ambiente e Trasporti


Il Sindaco Campinoti al Fontanello di Certaldo
Il Sindaco Campinoti al Fontanello di Certaldo

Settimana Unesco dal 7 al 13 novembre

Anche le scuole e le istituzioni del territorio dell’Asl 11 aderiranno a ”A come acqua”, la sesta edizione della settimana d’educazione allo sviluppo sostenibile indetta dalla Commissione Nazionale Italiana dell’Unesco, che si svolgerà dal 7 al 13 novembre prossimi.

Le memorie dell’acqua. L’odissea di due atomi d’idrogeno e di uno di ossigeno è il titolo del progetto cui parteciperanno oltre 1900 studenti delle scuole dell’Infanzia, Primarie, Secondarie di primo e di secondo grado del territorio.

Il progetto, promosso dall’Educazione alla salute e dall’unità operativa Ambiente e salute del Dipartimento prevenzione dell’Asl 11 con la collaborazione di Acque S.p.A., Centro*Empoli Coop, sezione Soci Coop Empoli, Fondazione Toscana Sostenibile, Legambiente e Publiambiente, si svilupperà in una serie di iniziative finalizzate alla sensibilizzazione verso la fonte di vita e di benessere più importante del pianeta e alla diffusione delle conoscenze su questo elemento, i fattori che lo minacciano, i modelli virtuosi di uso e di consumo per stimolare la cultura del risparmio idrico.

Lunedì 7 novembre prossimo tutte le scuole partecipanti inaugureranno il progetto con l’indagine L’acqua che bevo.

Un questionario sul consumo a casa e a scuola di acqua in bottiglia, del rubinetto o dei fontanelli e sui sistemi di trattamento delle acque potabili (affinamento e addolcimento) verrà distribuito ai ragazzi e ai loro genitori.

Inoltre, verrà effettuato il test ”Assaggi d’acqua”, insegnanti e studenti assaggeranno due tipi di acque, pubblica e in bottiglia delle marche in commercio, per valutarne le caratteristiche e la gradevolezza.

Infine, tutte le scuole saranno coinvolte, nel mese di novembre e dicembre prossimo, in una lezione sulle caratteristiche fisico-chimiche dell’acqua, sulla lettura delle etichette delle acque minerali, sull’approfondimento della conoscenza della rete idrica e sui confronti con l’acqua in bottiglia.

Attività specifiche sono poi previste per ogni tipo di scuola.

Le classi delle scuole dell’infanzia e primarie partecipanti saranno impegnate nelle iniziative ”Modella l’acqua”, ovvero la realizzazione di un modello di fontana, di gioco d’acqua o di contenitore originale per l’acqua, e ”Acqua in brocca” per incentivare l’uso dell’acqua del rubinetto a scuola.

Le scuole primarie, inoltre, svolgeranno la ricerca ”L’acqua nella storia” per produrre una raccolta di narrazioni dei parenti più anziani ed il recupero di vecchie foto che illustri dove e come avveniva il rifornimento dell’acqua da bere e per uso domestico quando l’acqua non arrivava in casa.

Le scuole dell’infanzia che hanno aderito al progetto sono quelle di Ponte a Egola, di Cigoli, di San Donato, di Montespertoli e di Montaione.

Le scuole primarie sono: ”Carducci” e ”Pascoli” di Fucecchio, ”Masih” di Certaldo, ”Galilei” di Ponte a Egola, ”Baccio da Montelupo” e ”Colombo” di Empoli e le Primarie di Castelfranco, di Marti a Montopoli e di La Querce a Fucecchio.

Anche le classi delle scuole secondarie di primo grado che hanno aderito al progetto saranno impegnate nelle iniziative ”Modella l’acqua” o ”L’acqua nella storia”.

Si tratta delle Secondarie ”Bacci-Ridolfi” di Castelfiorentino, ”Busoni-Vanghetti” di Empoli e delle Scuole Secondarie di Certaldo, Montespertoli, Montelupo e Vinci.

Gli studenti delle Secondarie di secondo grado, invece, si dedicheranno alla progettazione di sistemi di riutilizzo dell’acqua nella vita quotidiana e di riutilizzo delle acque piovane, oppure nella realizzazione di kit didattici per conoscere le caratteristiche dell’acqua (Ph, conducibilità, osmosi, produzione di energia ecc.).

Hanno aderito al progetto l’istituto ”Fermi”, il liceo pedagogico e scientifico ”Pontormo” e l’istituto ”Ferraris- Brunelleschi” di Empoli.

A conclusione di tutte le attività previste nel progetto ”Le memorie dell’acqua” verrà organizzato, nel mese di maggio 2012, un evento aperto a tutta la cittadinanza al Centro*Empoli, dove verranno esibiti i lavori prodotti dagli studenti, i risultati dell’indagine ”L’acqua che bevo” e dove verranno organizzati laboratori e giochi rivolti al pubblico.

4/11/2011 ASL 11

Ti piace questo articolo?
Consiglialo su Google, clicca su +1!

Chiavi di lettura: Acqua (40), Scuola Media Giovanni Boccaccio (30), Scuola Media Giovanni Boccaccio (30), Scuola (51), ASL 11 (53), Unesco (3)