Notizia evento di Certaldo Sito internet economico Frese per legno, utensili per legno
Eventi di Certaldo

“Certaldo,
come voi forse avete potuto udire,
è un castel di Val d’Elsa
posto nel nostro contado,
il quale, quantunque picciol sia,
già di nobil uomini e d’agiati
fu abitato”

Giovanni Boccaccio

➜ ULTIME NOTIZIE     ➜ EVENTI DA NON PERDERE

XIV CORTEO STORICO per la Festa di San Tommaso, Patrono di Certaldo

Nel borgo medievale, 150 figuranti e attori interpretano Boccaccio

➜ Eventi, Spettacoli e Mostre


Corteo Storico in Via II Giugno
Corteo Storico
in Via II Giugno

Sabato 3 luglio, dalle ore 19 fino alle ore 23

Torna il corteo storico organizzata dall’associazione Elitropia, giunto alla XIV edizione, che coinvolge oltre 150 tra figuranti, attori e danzatori, un grande spettacolo popolare ispirato alle novelle del Decameron con la regia di Riccardo Diana, costumi di Marina Sciarelli, scene di Pino Genovese, coreografie di Nelly Quette.

E l’edizione 2010, forse anche ispirata dalla concomitanza con il Santo Patrono di Certaldo, San Tommaso, si concentra sulla forma del corteo che si rinnova mutuando in parte il modello delle sacre rappresentazioni medievali, ovvero un rito di massa itinerante, con gli spettatori che verranno guidati, dopo un prologo, a seguire la rappresentazione in quattro stazioni teatrali diverse, fino al gran finale nel quale l’immagine della peste, malattia che a metà Trecento fu motore della scrittura boccacciana che s’intendeva di fugare con la finzione del racconto i tristi tempi, verrà scacciata nuovamente.

Lo spettacolo inizia dalla via Boccaccio, con la strada e le piazze adiacenti allestite con arredi come se fossimo nel Trecento.

In via Boccaccio e Piazza Santi Jacopo e Filippo, si svolgeranno le riduzioni teatrali delle novelle di Andreuccio da Perugia e Calandrino pregno.

Si sale al Palazzo Pretorio, dove sul parterre, in una scenografia navale, si svolgerà la novella di Alatiel, la fanciulla rapita che peregrina lungo tutto il Mediterraneo.

Si entra poi nel giardino di Palazzo Pretorio, per assistere alle novelle di Bruno e Buffalmacco ed a quella di Gianni Lotteringhi, la più ”notturna”.

Si uscirà poi di nuovo nella via Boccaccio, per la grande pantomima finale con i figuranti e il popolo degli spettatori che, uniti, cacceranno la raffigurazione della peste. Un grande spettacolo, arricchito dai giochi di fuoco della Compagnia del Drago Nero.

”Il corteo storico è una grande manifestazione culturale e popolare dice l’assessore alla cultura, Giacomo Cucini che rappresenta anche un importante momento di incontro per la nostra popolazione”.

”In questa edizione ci siamo concentrati sulla struttura ”a stazioni”, quasi fosse una sacra rappresentazione medievale pur se di contenuto profano dice il regista Riccardo Diana il nostro intento è quello di rimettere al centro a narrazione, dando la possibilità a chi segue di essere in grado davvero di ascoltare e di poter così rielaborare quel grande patrimonio collettivo, per Certaldo e non solo, che è il Decameron”.

La manifestazione è a ingresso libero.

Ambra Leoncini 1/7/2010 Comunicato Stampa del Comune di Certaldo

Ti piace questo articolo?
Consiglialo su Google, clicca su +1!

Chiavi di lettura: Corteo Storico (8), Giovanni Boccaccio (91), Riccardo Diana (3), Associazione Elitropia (15), San Tommaso (4), Patroni di Certaldo (2), Giacomo Cucini (86), Decameron (57), Novella (31)