Notizia evento di Certaldo Sito internet economico Frese per legno, utensili per legno
Eventi di Certaldo

“Certaldo,
come voi forse avete potuto udire,
è un castel di Val d’Elsa
posto nel nostro contado,
il quale, quantunque picciol sia,
già di nobil uomini e d’agiati
fu abitato”

Giovanni Boccaccio

➜ ULTIME NOTIZIE     ➜ EVENTI DA NON PERDERE

Le signorine in BUMPS, spettacolo teatrale ai Macelli

Sabato 4 dicembre ore 21.30, ingresso libero fino ad esaurimento posti

➜ Eventi, Spettacoli e Mostre


Sala Spettacoli del Centro Giovani Macelli
Sala Spettacoli del Centro Giovani Macelli

Spettacolo consigliato ad un pubblico maggiore di 14 anni

Nuovo allestimento per BUMPS, specificamente pensato per I Macelli da una delle compagnie più graffianti della scena teatrale nascente.

Uno spettacolo che prende posizione sul ridondante tema della prostituzione che per l’occasione viene bloccato e descritto lucidamente.

La ferocia della realtà è illusione per chi vive protetto: questo teatro ci avvicina al reale e ci allontana dalle protezioni.

Le signorine in BUMPS

Con Laura Bandelloni, Irene Barbugli, Umberto D’Arcangelo
Regia di Massimo Bevilacqua, Testo di Giacomo Fanfani

Ilinca è una giovane rumena, senza permesso di soggiorno, che sopravvive spostandosi da un marciapiede all’altro.
Tamara, mite e sognatrice, la ospita a casa propria; Encarna dura e aggressiva, si inserisce tra le prime due.

La scena è vuota. Una stanza, tre corpi, tre voci, tre colori.

Tre persone, tre donne, tre puttane, con storie, percorsi, caratteri e aspettative molto diverse tra loro, che si scontrano e si alleano per gestire e dominare lo spazio e le energie.

I progetti, i sogni, le possibilità sono al centro della discussione che anima l’attesa, ma niente accade.

I sogni sfumano, persi nella quotidianità che si impone con una carica devastante, che mette a nudo la disperazione di vite vissute ai margini; pezzi di una grande catena di montaggio, una macchina squallida e dolorosa..

Anche il dolore non ha nessuna importanza e senza che ci si possa aspettare alcuna redenzione la sopravvivenza prosegue in totale solitudine, fine a se stessa.

E l’assenza di una via di fuga porta all’appiattimento.

I destini si allineano, nessuna parola, speranza o ambizione sopravvive. Tutto muore nell’attesa che una soluzione dia dignità al proprio essere.

Ed eccola...”Le puttane non esistono, così hanno detto...” l’illusione di una redenzione scaturita dal tentativo di mettere a tacere, celare, sopprimere, anzi ignorare la loro esistenza. Il lavoro si avvale di un testo inedito, tratto dallo studio dei testi di Harold Pinter.

Le cui opere mettono in evidenzia l’incomunicabilità e l’incapacità di esternare le reali condizioni esistenziali dell’individuo raccontando la quotidianità, ma tuttavia nascondono una violenza brutale pronta ad esplodere.

Il testo su cui abbiamo focalizzato il nostro studio è Il Guardiano e, partendo da esso, il progetto si sviluppa in maniera autonoma scegliendo innanzitutto di mettere in scena tre figure femminili, con un comune destino, ma la cui individualità è espressa dalle loro ambizioni e dai loro sogni.

2/12/2010 Comunicato Stampa dei Macelli

Ti piace questo articolo?
Consiglialo su Google, clicca su +1!

Chiavi di lettura: Macelli (149), Teatro (134), Prostituzione (3)