Notizia evento di Certaldo Sito internet economico Frese per legno, utensili per legno
Eventi di Certaldo

“Certaldo,
come voi forse avete potuto udire,
è un castel di Val d’Elsa
posto nel nostro contado,
il quale, quantunque picciol sia,
già di nobil uomini e d’agiati
fu abitato”

Giovanni Boccaccio

➜ ULTIME NOTIZIE     ➜ EVENTI DA NON PERDERE

BILANCIO 2011 illustrato alla Stampa dalla Giunta Comunale

Il Sindaco di Certaldo Campinoti: ”Nuova 429 e chiusura del centro, frutti da cogliere”

➜ Politica e Amministrazione

La Giunta comunale ha illustrato stamani (NdR:venerdì 4 marzo) alla stampa i contenuti della manovra di bilancio 2011 che andrà in discussione in Consiglio Comunale a fine mese.

”Il quadro in cui nasce la manovra – ha detto il sindaco Andrea Campinoti – è quello dettato dalla Legga finanziaria che, per arginare un deficit nazionale sicuramente grave e sul quale si deve intervenire, impone a Comuni e Regioni un taglio assai più forte di quello che impone allo Stato centrale. Una manovra iniqua e che non risolve alla radice i problemi, e che va anche in spregio del tanto sbandierato federalismo municipale che, per quel che ci è dato vedere, altro non è che la possibilità di introdurre più tasse”.

E comunque, ha proseguito il sindaco, il quadro normativo va rispettato e il Bilancio di previsione 2011 del Comune di Certaldo risponde alle richieste, tagliando complessivamente – tra minori trasferimenti statali, regionali e rispetto del patto di stabilità – ben 1 milione di euro di spese correnti su 10 totali, tenendo conto che molte di queste spese (personale, utenze, ecc…) sono difficilmente o per niente comprimibili.

”Tenuto conto quindi di vincoli centralistici ed iniqui che non troviamo giusti, la manovra del Comune di Certaldo si pone l’obiettivo di contrastare chi vorrebbe ridurre l’azione che gli enti locali fanno a sostegno del proprio territorio. Grazie ad importanti azioni di riorganizzazione dell’Ente che avevamo messo in atto, presagendo che si andava di male in peggio, risparmieremo 160.000 euro dalla riorganizzazione del personale, circa 20.000 euro da quella della Giunta, risparmieremo utenze e altre spese accorpando gli uffici in Palazzo Maccianti, col Piano Energetico avremo proventi o risparmi da fonti rinnovabili, e avremo, per il 2011, 300.000 euro di entrate una tantum, di cui la metà dalla riscossione di vecchie infrazioni al codice del strada. Oltre a questo – prosegue Campinoti – abbiamo dovuto però anche ritoccare alcune tariffe e tagliare dei servizi. Per i rincari, relativi alla sosta, abbiamo seguito la logica del rincaro proporzionale alla vicinanza al centro: chi è disposto a camminare un po’ di più, spenderà meno. Per i tagli, abbiamo scelto di operare non in modo drastico, ovvero con riduzioni mirate, e in quei settori dove, pensiamo, il privato – volontariato, associazionismo o impresa – potranno venire in aiuto, come nel caso di Biblioteca comunale, Polis, Piscina, le mostre, il Centro giovani, il Centro infanzia, Informazioni turistiche, Mercantia, più un’altra serie di interventi non percepibili dalla cittadinanza”.

Questo però, spiega il primo cittadino, non ha voluto dire arretrare nella presenza del pubblico a sostegno della comunità, anzi, certe scelte e sacrifici in alcuni punti permetteranno di essere più incisivi in altri.

”Abbiamo messo 40.000 euro in più nel sociale, per contro al Governo che ha totalmente azzerato i fondi per la non autosufficienza come se in Italia gli anziani non esistessero, abbiamo potenziato il cantiere comunale per le manutenzioni ed il centro informatico per rendere il Comune più efficiente e tecnologico, lavoreremo per il recupero dell’evasione fiscale, perché nei momenti difficili si deve anche avere più attenzione che gli aiuti vadano a chi veramente ne ha bisogno, e l’evasione diventa intollerabile”.

E sul piano degli investimenti, grazie anche alla scelta di destinare totalmente i proventi della Legge 10 alle spese in conto capitale, il Comune ”contribuirà a sostenere l’economia locale investendo nei cantieri” – dice Campinoti: ”Nel 2011 finiranno i lavori della nuova 429 a Certaldo, e vogliamo che, dal giorno dopo, la viabilità del centro cambi, e si possa percepire subito l’inizio di una nuova fase. Il centro, piazza Boccaccio, sarà sempre accessibile ma non attraversabile da parte a parte. Inizieremo da subito la riqualificazione dell’asse urbano centrale. Ma nel 2011 avvieremo anche l’ultimo lotto di restauri di Palazzo Pretorio, inaugureremo le nuove case popolari in Palazzo Giannozzi, avvieremo i lavori per la Casa delal salute in piazza dei Macelli e finiranno le opere strutturali del nuovo Cinema Teatro Boccaccio: per realizzare la Casa della salute e arredare il Cinema avremo però bisogno dei privati, con progetti di tipologia diversa che rispondono però ad un bisogno: fare con l’aiuto del privato quello che il Comune, anche quando ha i soldi, non può fare per via del patto di stabilità. Una cosa assai discutibile perché, anche quando i bilanci degli enti locali sono a posto, come il nostro, frena l’autonomia e lo sviluppo”.

Un Bilancio che, in attesa di discussione, appare chiuso, con fatica ma anche con soddisfazione: ”Abbiamo pensato ad una strategia finalizzata a garantire equità, sostegno e favorire la crescita, con un occhio alle difficoltà di Bilancio. Il contrario di quanto ha fatto in questi anni il Governo nazionale, che prima fa i tagli, e poi ha scaricati su Regioni ed Enti locali il compito di arrangiarsi. È quello che stiamo spiegando nei nostri incontri ai cittadini, perché in questi momenti di difficoltà abbiamo tutti il dovere di rimboccarci le maniche e fare qualche rinuncia per costruire un Paese migliore; e anche noi abbiamo fatto un taglio del 8% della indennità, che si aggiunge al 10% operato pochi anni orsono. Però è anche doveroso chiedersi perché siamo in questa situazione e se, per uscirne, si poteva fare diversamente. Tanti Comuni, con il loro buon governo ed il sostegno reale che danno ai cittadini, sono la dimostrazione del fatto che era ed è possibile”.

6/3/2011 Comune di Certaldo

Ti piace questo articolo?
Consiglialo su Google, clicca su +1!

Chiavi di lettura: Giunta Comunale (19), Andrea Campinoti (139), Bilancio (31), Stampa (4), Piano Energetico Comunale PEC (7), Cinema Teatro Boccaccio (12), Casa della Salute (4)